• Costruttori di futuro. Nella nostra terra

L’UE alla COP26: contribuire allo sforzo comune e salvare il pianeta

Per la prima volta, dal 31 ottobre al 12 novembre 2021, il Regno Unito ospiterà la 26ª Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite (COP26), presso lo Scottish Exhibition Centre (SEC) di Glasgow. 

La COP26 riunisce i governi di tutto il mondo per concordare un’azione coordinata con l’obiettivo comune di affrontare il cambiamento climatico. La conferenza è anche uno spazio per i governi, le imprese, le autorità locali e la società civile per discutere e presentare l’azione per il clima. I negoziati sul clima costituiranno il più grande vertice internazionale che il Regno Unito abbia mai ospitato: riunirà oltre 30.000 delegati, tra Capi di Stato e di Governo, esperti climatici e attivisti per concordare un piano d’azione coordinato ad affrontare il cambiamento climatico. Alla COP26, i partner lavoreranno per portare avanti azioni volte a proteggere e a ripristinare le foreste e gli ecosistemi critici e per difendere la transizione verso un’agricoltura sostenibile, resiliente e rispettosa della natura. 

I lavori preparatori della COP26 hanno definito i quattro obiettivi che la conferenza si pone di raggiungere: 

  1. azzerare le emissioni nette a livello globale entro il 2050 e puntare a limitare l’aumento delle temperature a 1,5°C;
  2. adattarsi per la salvaguardia delle comunità e degli habitat naturali;
  3. mobilitare finanziamenti per almeno 100 miliardi di dollari per azioni a sostegno del clima entro il 2025;
  4. finalizzare il “Libro delle Regole” di Parigi, ovvero le regole dettagliate necessarie per rendere pienamente operativo l’Accordo di Parigi del 2015. 

L’Unione europea sarà tra i protagonisti della COP26 animando uno spazio per eventi collaterali con l’obiettivo di stimolare il dibattito su aree tematiche chiave, facilitando il dialogo con i delegati nazionali e altri partecipanti, nonché lanciando nuove iniziative e partnership e presentando nuovi progetti. Il programma del Padiglione dell’UE includerà eventi in presenza a Glasgow e in collegamento da uno studio a Bruxelles ed altri appuntamenti online. Tutti gli eventi saranno accessibili attraverso una piattaforma online per raggiungere un pubblico più ampio possibile in Europa come nel resto del mondo e consentire una maggiore partecipazione virtuale. 

L’urgenza dell’azione comune per frenare i cambiamenti climatici, così come gli obiettivi della COP26, sono le priorità della Commissione europea per un Green Deal europeo, per puntare a essere il primo continente a impatto climatico zero. Inoltre, il Consiglio europeo vuole porre l’accento sull’estrema urgenza di intensificare la risposta globale per far fronte all’emergenza climatica e sottolineare la necessità di una transizione climatica giusta ed equa in tutto il mondo.

Il vertice di Glasgow è l’ultima occasione per i Paesi per impegnarsi con piani aggiornati di riduzione delle proprie emissioni e partecipare al grande sforzo comune per salvare il pianeta. 

 

Maggiori info: www.cop26eusideevents.eu