fbpx
  • Costruttori di futuro. Nella nostra terra

Presidenza francese del Consiglio dell’UE: Ripresa, forza e senso di appartenenza

Dal 1° gennaio 2022 la Francia ricopre la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea. Per i prossimi sei mesi, la Francia stabilirà quindi l’agenda e coordinerà i lavori delle riunioni dei ministri dei Paesi dell’UE, sulla scia del motto scelto: “Ripresa, forza e senso di appartenenza”. 

Le tre parole chiave riflettono le priorità del semestre di presidenza francese

Nel suo discorso pronunciato il 9 dicembre 2021 per presentare le priorità della presidenza francese, il Presidente francese Emmanuel Macron ha definito i tre assi principali intorno ai quali ruoteranno le attività della presidenza:

  • perseguire un’agenda per la sovranità europea, vale a dire la capacità dell’Europa di esistere nel mondo contemporaneo per difendere i suoi valori e interessi
  • costruire un nuovo modello europeo di crescita
  • creare un’Europa più “a misura d’uomo

Gli obiettivi dei tre assi saranno trasversali alle azioni che l’Unione europea è chiamata ad attuare e particolare attenzione sarà posta su tre ambiti:

  1. Tecnologia digitale: la priorità sarà la regolamentazione economica e la responsabilità delle piattaforme, in particolare per quanto riguarda l’incitamento all’odio, con la legislazione sui servizi e i mercati digitali (DSA e DMA);
  2. Transizione ecologica: la priorità sarà l’istituzione di prezzi del carbonio alle frontiere dell’UE per i prodotti importati. La transizione ecologica mira a un’efficienza economica ed ecologica;
  3. Sociale: la priorità sarà quella di stabilire una legislazione europea sui salari minimi.

Il Presidente Macron ha racchiuso il senso della presidenza del Consiglio dell’UE dicendo: 

“Se dovessi riassumere in un’unica frase l’obiettivo di questa presidenza in carica dal 1ºgennaio al 30 giugno 2022, direi che dobbiamo passare da un’Europa di cooperazione all’interno dei nostri confini a un’Europa potente nel mondo, pienamente sovrana, libera di fare le sue scelte e padrona del proprio destino.”

 

Per maggiori info: bit.ly/Presidenzafrancese_ConsigliodellUE