fbpx
  • Costruttori di futuro. Nella nostra terra

Invito a presentare candidature per il titolo di “Capitale europea della cultura” 2028

Nell’ambito della DG EAC, l’iniziativa Capitali europee della cultura (ECOC) mira a evidenziare la ricchezza e la diversità delle culture in Europa e a promuovere il contributo della cultura allo sviluppo delle città.
Gli obiettivi del Progetto “Capitale europea della cultura “ per l’anno 2028 mirano a :

  • Salvaguardare e promuovere la diversità delle culture in Europa e mettere in evidenza le caratteristiche comuni che condividono;
  • Accrescere il senso di appartenenza dei cittadini ad uno spazio culturale comune;
  • Promuovere il contributo della cultura allo sviluppo a lungo termine delle città a livello economico, sociale e urbano, secondo le rispettive strategie e priorità.

Il risultato del processo di selezione dell’azione dell’Unione delle capitali europee della cultura nell’ambito del presente invito specifico è duplice:

  • Attribuire il titolo di Capitale europea della cultura;
  • Assegnare un premio pecuniario di 1,5 milioni di EUR in onore di Melina Mercouri.

Per essere considerati ammissibili i richiedenti devono essere esclusivamente città dei paesi EFTA/SEE, paesi candidati o potenziali candidati:

  • Albania (ad eccezione della città di Tirana, in quanto la città ha già presentato una domanda per il concorso per il titolo ECOC 2024)
  • Islanda,
  • Kosovo,
  • Liechtenstein,
  • Montenegro (ad eccezione della città di Herceg Novi, in quanto la città ha già presentato una domanda di concorso per il titolo ECOC 2021),
  • Macedonia del Nord.

Altre condizioni di ammissibilità: 

  • Le città possono coinvolgere le aree circostanti se lo desiderano, ma il titolo viene assegnato solo alla città stessa e non all’intera area. Pertanto, se una città coinvolge la sua area circostante, la domanda deve essere presentata sotto il nome della città.

Le attività sviluppate dalla città che sarà designata come capitale europea della cultura si impegnano a migliorare la diversità e la dimensione europea della sua offerta culturale, anche attraverso la cooperazione transnazionale e l’ampliamento dell’accesso e della partecipazione alla cultura. Ogni applicazione deve basarsi su un programma culturale con una forte dimensione europea.

La scadenza dell’avviso è prevista per l’11/11/2022.
Per maggiori info: Capitali europee della cultura per il 2028