fbpx
  • Costruttori di futuro. Nella nostra terra

La Commissione europea rilascia il programma di lavoro 2024

Ogni anno la Commissione europea adotta un programma di lavoro in cui sono elencate le azioni che prevede di realizzare nell’anno successivo al fine di informa i cittadini e i co-legislatori sui principali impegni politici e delle iniziative da perseguire.

Il programma di lavoro per il 2024 è il risultato di una stretta cooperazione con il Parlamento europeo, gli Stati membri e gli organi consultivi dell’UEIl programma per il 2024 è stato presentato lo scorso 17 ottobre 2023 dalla Presidente Ursula von der Leyen con queste parole:

 “Nel contesto di sfide geopolitiche, economiche, sociali e tecnologiche senza precedenti, occorre garantire in via prioritaria la competitività e la sicurezza economica dell’UE. È questo l’obiettivo delle nuove iniziative politiche della Commissione per il 2024, e al tempo stesso provvederemo affinché gli obblighi che ne derivano per le imprese e le amministrazioni siano bilanciati dallo snellimento della burocrazia”.

Il programma di lavoro per il 2024 punta con decisione alla semplificazione delle norme per i cittadini e le imprese in tutta l’UE, in linea con la strategia volta a rafforzare la competitività a lungo termine all’interno del mercato unico europeo.

Con la realizzazione di oltre il 90% degli impegni assunti negli orientamenti politici del 2019, e a pochi mesi dalle Elezioni europee del 2024, le nuove iniziative delineate nel programma di lavoro mirano in maniera prioritaria ad affrontare le sfide emergenti, ovvero:

  • migliorare la regolamentazione, ridurre gli oneri e snellire la burocrazia in particolar modo per le PMI;
  • rispettare gli impegni assunti nel corso della legislatura europea iniziata nel 2019, a partire dalla realizzazione del Green Deal europeo e dalla transizione digitale, passando dal sostegno all’Ucraina di fronte alla guerra di aggressione della Russia e dal rafforzamento della cooperazione con i Paesi dell’Africa per incentivarne lo sviluppo e contrastare il traffico di migranti.

Maggiori info: bit.ly/3u4pzYh