• Costruttori di futuro. Nella nostra terra

Inaugurato Europe Direct. Taranto simbolo del cambiamento europeo

Inaugurato Europe Direct. Taranto simbolo del cambiamento europeo

«Taranto è la città simbolo del “Next Generation UE”: sarà la città che avrà un forte impulso dai fondi europei per le questioni legate all’Ilva, ma è uno dei progetti faro di ciò che si vuole fare dell’Europa di domani». Parola di Antonio Parenti, direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea che venerdì 4 giugno è stato a Taranto per inaugurare la nuova sede di Europe Direct, centro di informazione ecoinvolgimento locale sulle tematiche di attualità per l’Unione europea, formazione, pubblicazioni eopportunità di networking. Nel corso della visita ai locali della Biblioteca comunale che ospiteranno Europe Direct Taranto, Parenti ha ricordato come uno dei grandi obiettivi dell’Europa sia quello di «trasformare il sistema produttivo europeo in un sistema che sia efficiente, competitivo e sostenibile dal punto di vista ambientale e per raggiungerlo – ha aggiunto – l’Europa ci sta mettendo la faccia e i soldi. Per cui Taranto, in coordinamento col Governo Italiano, diventa uno dei posti dove finalmente si può creare uno sviluppo diverso che deve essere lo sviluppo di tutta l’Europa».

Accompagnato da Annachiara Stefanucci, responsabile di Europe Direct Taranto, dal direttore generale di Programma Sviluppo Silvio Busico e dall’assessore allo sviluppo economico Fabrizio Manzulli, Parenti ha scoperto la targa nella Biblioteca Acclavio identificherà gli ambienti destinati al centro che avrà un filodiretto con le istituzioni europee per cogliere occasioni e opportunità offerte dall’UE e recepire istanze e necessità del territorio da portare all’attenzione delle istituzioni. «Diventa importante – ha infatti sottolineato Parenti – creare un centro di ascolto e di discussione sull’Europa e con l’Europa e Europe Direct Taranto sarà esattamente questo. Sarà un impegno anche per la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea: saremo qui più spesso e più regolarmente per parlare con i cittadini». Il diplomatico ha infine invitato la cittadinanza a partecipare alla conferenza sul futuro dell’Europa: «permetterà ai cittadini di raccontare le loro volontà, le richieste, le necessità. È un momento importante per capire come l’Europa potrà contribuire alla rinascita di Taranto e più in generale nostro Paese».

Dopo l’inaugurazione, Parenti si è recato a bordo di uno dei mezzi di Taranto in calessino, nella città vecchia dove ha visitato la Basilica di San Cataldo e infine a Palazzo di città per un saluto con il sindaco Rinaldo Melucci e un momento di confronto per stabilire i punti chiave e le tematiche intorno alle quali rinsaldare il dialogo tra le istituzioni europee e la città di Taranto, definendo una cornice programmatica congiunta chepossa facilitare l’avvicinamento della cittadinanza all’UE.