• Costruttori di futuro. Nella nostra terra

— Pubblicazioni

— Pubblicazioni

Le pubblicazioni Programma Sviluppo

Abbiamo negli anni sostenuto lo sviluppo del territorio anche attraverso studi e ricerche diventate pubblicazioni di settore.

Turismo e sviluppo locale

CREAZIONE D’IMPRESA NEL TURISMO SOCIALE
Contributo ad una possibile definizione in rete

a cura di Giuseppina Di Cesare
Anno: Marzo 2013
Pagine: 48

Descrizione
Report dell’indagine di mercato sul Turismo Sociale in Provincia di Bari promossa da Programma Sviluppo. Attraverso l’uso di tecniche riconducibili alla ricerca qualitativa come il Focus Group (gruppo di esperti che si confrontano su uno specifico argomento) e l’Analisi SWOT (per analizzare punti di forza/debolezza e opportunità/minacce interne ed esterne al contesto di riferimento o sistema), dal report sono emersi dati socio-economici e culturali validi come strumento iniziale per la creazione d’impresa nel territorio. A tale obiettivo si accompagna quello di fornire un modesto contributo ai fini di una delineazione del Turismo Sociale segmento del turismo in senso lato. Proposte operative sono pervenute dai membri del gruppo di lavoro (al cui interno era presente anche un allievo del corso “Creazione d’Impresa” coordinato da Pietro D’Onghia esperto in Comunicazione e Marketing) con l’auspicio che idee, progetti ed interventi siano sinergicamente condivisi ed attuati, evitando sovrapposizioni ed inutili sprechi, per eliminare qualsiasi barriera nel rendere accessibile anche ai detentori di altre sensibilità il territorio con le sue molteplici peculiarità in una visione d’insieme nonché per assicurare al viaggiatore/turista una comunità che accoglie (con la sua identità, tradizione e patrimonio) e con cui integrarsi seppure come cittadino temporaneo.

Sommario 
Introdursi nell’argomento, Gli attrezzi della cassetta dello scienziato sociale, Il gruppo di esperti, Contributo ad una possibile definizione del fenomeno Turismo Sociale (Attori, contenuti della vacanza, incontro domanda/offerta), La mappa dei progetti rintracciati, Sviluppo locale, Sistema produttivo – commerciale, Istituzioni ed ente di formazione, L’Analisi SWOT – forza e criticità, debolezze e minacce, Conclusioni, Bibliografia

LAVORARE NEL TURISMO
Ricerca sulle potenzialità delle figure professionali in ambito turistico

di Paolo Mancini, Giuseppina Di Cesare
Anno: 2010
Pagine: 200

Descrizione
La pubblicazione è il risultato dell’indagine di mercato condotta dal CFP Programma Sviluppo sul Sistema Turistico della Provincia di Taranto, realizzata per analizzare i punti di forza e di debolezza legati al territorio oggetto della ricerca, valutando gli elementi strategici della filiera turistica che generano valore sull’intera area ionica. Il lavoro è stato suddiviso in due sezioni, in ognuna delle quali sono stati ricercati e analizzati aspetti legati all’ambiente di marketing, alle variabili materiali e immateriali che incidono sul settore turistico, alle risorse naturali e culturali volàno di crescita e sviluppo territoriale e, infine, alle risorse umane coinvolte nella filiera.

Sommario
Il mercato turistico – Il turismo in Puglia – La provincia di Taranto ed il suo sistema turistico – L’andamento 2007/2009 – Il Mercato del lavoro locale nel settore turistico – L’indagine sul campo – Metodologia di lavoro adottata – I differenti target e le risultanze dell’indagine – Allegati – Bibliografia

TARANTO & TURISMO
Il potenziale turistico della città di Taranto

AA.VV. (a cura di Lorenza Pessia)
Anno: 2018
Pagine: 168

Descrizione
Lo sviluppo turistico della città di Taranto, nel corso dell’ultimo decennio, ha visto una consistente crescita, nel contesto di un mercato turistico sottoposto a profondi mutamenti avvenuti sia per effetto della crisi globale che dell’introduzione delle nuove tecnologie comunicative (internet, social media). Di fronte ad un mercato turistico che cambia continuamente e che presenta cicli di sviluppo molto più brevi rispetto al passato, le destinazioni turistiche hanno bisogno di innovarsi per
poter competere e resistere alle difficoltà attuali, sviluppando il ruolo del marketing turistico territoriale, sfruttando al massimo le innovazioni offerte dal web e dalle tecnologie digitali, ma anche intervenendo sull’organizzazione dell’offerta in prodotti distintivi e puntando su una adeguata politica turistica integrata.
In questo contesto si inserisce il progetto T.A.R.A.S. (Taranto: Azioni per la Riqualificazione Ambientale Sostenibile), cofinanziato da Fondazione con il Sud, che nasce dalla volontà di
importanti realtà del territorio, quali Programma Sviluppo, il Comune di Taranto, l’Università degli studi di Bari, Confcooperative Taranto, il Centro Servizi Volontariato di Taranto e Universus Csei, unite nell’intento di promuovere un processo di diversificazione economica basato sulla valorizzazione della filiera del turismo naturalistico e culturale della città di Taranto, visto come leva di un possibile e durevole sviluppo socio-economico.

Politiche per il lavoro

WOMEN EMPOWERMENT
La pluralità dei ruoli al femminile
Anno: 2009
Pagine: 204

Descrizione
Gli stereotipi sociali rispetto al lavoro delle donne e il mantenimento di rigidi modelli di carriera professionale impediscono il pieno dispiegamento della creatività, della qualificazione e delle capacità che le donne sono in grado di apportare al mondo economico. Oggi il fattore umano si configura, sempre più, come una variabile strategica: l’organizzazione tende a strutturarsi sulle basi del sapere e delle competenze dei lavoratori e delle lavoratrici.
All’interno del processo di trasformazione attraversato dalle organizzazioni del lavoro dove la qualità, le innovazioni tecnologiche, l’utilizzo delle informazioni diventano elementi chiave della qualità dei servizi offerti, acquista una sempre maggiore rilevanza l’impulso delle azioni positive legate all’applicazione della normativa sulle pari opportunità.
Sommario
Il progetto “E-Women Empowerment” – Mercato del lavoro e condizione delle donne nella provincia di Taranto: principali indicatori – La ricerca sul campo – La metodologia della ricerca – Le donne intervistate e il percorso formativo – Il percorso lavorativo – Tempo e tempi delle donne – Dalla divisione alla negoziazione… alla condivisione del lavoro domestico e di cura – Discriminate, rispettate o valorizzate? – Misure e strumenti per le istanze della conciliazione – Donne e sindacato – Le buone pratiche della Consigliera di Parità – Bibliografia – Appendice Statistica

IL FUTURO E’ GIA’ DOMANI
di Carmen Mignini, Eloisa Agliata

Anno: 2007
Pagine: 98

Descrizione
La fine della scuola media rappresenta un momento di transizione per le ragazze e i ragazzi, un ponte, un passaggio fra due momenti della vita. I ragazzi e le loro famiglie avvertono l’importanza del passaggio. Lo vivono con una carica di attese, aspirazioni, entusiasmi ma anhe timori e dubbi.
Scegliere non è facile e non esistono soluzioni infallibili per tali scelte. Ciò che conta è poter disporre di spunti e modalità di lavoro utili a far sì che i ragazzi si sentano protagonisti della propria scelta e vivano la complessità, ma anche la ricchezza, di questo momento.
Sommario
Premessa – Implementazione del progetto “Orienting” – Azioni sperimentali rivolte ai ragazzi – Azioni sperimentali rivolte ai genitori – Azioni sperimentali rivolte ai docenti – Risultati del progetto – Pensando al futuro – Alcune considerazioni conclusive – La metafora della rete e la trasferibilità dell’intervento.

Politiche sociali

Progetto ALTRE STRADE
Un’esperienza di educativa di strada a Taranto

di Renato Mauceri, Giuseppina Di Cesare
Anno: 2010
Pagine: 93

Descrizione
Questa pubblicazione è frutto del percorso che ha caratterizzato la prima annualità del Servizio di “Equipe di Educatori di Strada” promosso dal Comune di Taranto e realizzato da Programma Sviluppo attraverso il progetto “Altre Strade”. Un percorso, quest’ultimo, sviluppato attraverso una ricerca sociale svolta nella fase di mappatura e l’elaborazione ed articolazione della proposta di intervento da essa derivante.
Nel testo convergono, inoltre, approfondimenti teorici, proposte metodologiche ed esperienze sul “campo” sperimentate dall’Equipe del Servizio, in una prospettiva orientata alla riflessione delle strade “Altre” di intervento sociale.

Sommario
Introduzione – La Ricerca Intervento – La metodologia adottata per conoscere il territorio – Gli attori sociali – L’attività d’osservazione – La proposta d’intervento – L’esperienza sul campo – La fase di sensibilizzazione – La fase di mappatura – La fase di aggancio e consolidamento della relazione – La microprogettualità ed inserimento – Il distacco – Conclusioni –Bibliografia.

Progetto MURGIA PIÙ
Il ruolo del sociale nello sviluppo rurale

di Paolo Mancini, Lorenza Pessia
Anno: 2015
Pagine: 164

Descrizione
La ricerca è stata realizzata da Programma Sviluppo nell’ambito del “Servizio di realizzazione di studi e organizzazione di eventi su argomenti afferenti le tematiche dell’Asse III del PSR Puglia 2007/2013 – Lotto N. 1 (CIG 5825519A59)”, finanziato dal GAL Murgia Più.

Passo dopo Passo
Guida per le donne vittima di violenza

di Programma Sviluppo
 
Pagine: 28

Descrizione Uno strumento di semplice consultazione per far conoscere alle vittime di violenza i luoghi nei quali è possibile trovare consigli e informazioni per riconoscere la violenza e uscirne. Di pagina in pagina le persone vengono accompagnate ad affrontare un percorso che le porta prima di tutto a capire che stanno subendo un abuso che si configura come reato, a distinguere poi le varie sfaccettature della violenza, quindi a prendere coscienza che sopportare non serve ad altro che peggiorare la situazione e ad aumentare le sofferenze, sino a prendere la decisione di voler uscire dalla spirale della violenza

Progetto LARA
La violenza muta, indagine sul fenomeno della violenza di genere nella Provincia di Brindisi

di Lorenza Pessia
 
Pagine: 134

Descrizione

Lara, nel Mito, è colei che viene punita col taglio della lingua e violentata perché aveva rivelato in giro gli interessi, le mire, che il Dio Giove aveva su di lei. Per questo motivo abbiamo scelto questo nome. Come simbolo della violenza dell’uomo sulla donna e come simbolo del silenzio. Nel mito infatti Lara (nome che deriva dal greco e che vuol dire anche “parlare”, “chiacchierare”) come Dea del silenzio assume il nome di Tacita Muta, divenendo il simbolo dell’eterno silenzio. Come la maggioranza delle donne vittime di violenza, troppo spesso “mute” e senza voce.